Programma

Agricoltura e zootecnìa

La nostra coalizione è convinta che nel mondo rurale ci sia una forte presenza di quei valori di rispetto delle tradizioni, di attaccamento alla terra che sono essenziali per definire l'identità nazionale di un popolo. Crediamo che non debbano riproporsi i logori schemi assistenzialismi del passato, ma va lanciata la sfida per la modernizzazione del settore agricolo, in particolare l'allevamento, che rappresenta una peculiarità della nostra città. Il nostro obiettivo è quello di garantire la pubblicità verso la qualità e la sicurezza dei nostri prodotti, a salvaguardia dell'economia dei nostri produttori locali . Un altro importante settore dove l'amministrazione comunale dovrà porre la sua attenzione è l'agriturismo: la natura, il paesaggio, la tranquillità, il ritorno alle tradizioni, sono motivazioni che possono apportare altro beneficio economico ed occupazionale alla nostra città.

Agricoltura e zootecnìa

Promuovere la filiera corta, dal produttore al consumatore, favorendo, in accordo con le principali associazioni di categoria, l’apertura di centri di promozione dell’agricoltura locale, con nuova attenzione al prodotto "carne" ed ad un centro ingrasso.

Centro raccolta del latte.

Rifacimento della segnaletica (obsoleta e scoordinata) di tutte le zone di campagna con riferimento alla valorizzazione delle numerose masserie che sono un importante patrimonio del territorio.

Promozione di una visione dell’agricoltura più tesa alla tutela del territorio e dell’ambiente ed orientata a sperimentare nuove attività di integrazione al reddito.

Dare maggiore visibilità ai prodotti locali, agricoli con l’accesso delle associazioni di categoria, storiche ed emergenti, alle iniziative enogastronomiche, con la segnalazione in etichetta del marchio "Prodotti di Qualità Puglia", ottenuto dopo opportuna procedura di accreditamento, citando anche la provenienza nocese dell’alimento.

Richiesta alle aziende (anche quelle che dispongono di appezzamenti più piccoli dei 2 ettari), in linea con i riferimenti alla PAC 2013-2020, di adozione delle cosiddette pratiche agricole benefiche", al fine di tutelare maggiormente il territorio e "verticalizzare" le produzioni.

Per il recupero delle campagne si propone l’istituzione di GAS e gruppi di acquisto ecologici, con agevolazioni, dal punto di vista della visibilità e promozione di tali iniziative.

Sviluppo dell'ospitalità rurale.

Servizi alla popolazione rurale.

Salvaguardia del patrimonio rurale della pietra a secco.

Realizzazione di un’idonea rete idrica, veicolo della "fogna bianca". Quella attuale è poco funzionale e non copre le esigenze idriche delle campagne.

Istituzione di un "Ufficio Agricoltura" comunale che funga da raccordo diretto tra l’amministrazione comunale e tutti gli operatori del settore zootecnico.

Proponi

Cosa vorresti che facessimo nella tua città?

Fai la tua Proposta Ora

Segnala

Cosa c'è che non funziona nella tua città?

Fai la tua Segnalazione Ora